SOVERE – Claudia, 4 figli, due cani, due gatti, un gallo: “Auto 9 posti, notti insonni, giornate infinite ma tanta felicità….”

2271

Claudia va di corsa. Giornata piena: “Ma è sempre così”. Quattro figli, due cani, due gatti, due galline e un gallo. Numeri diversi da quelle delle famiglie prototipo di questo millennio: “Ma io sono felice così”. Claudia Servais vive a Sovere: “E a Sovere avevo conosciuto il padre delle mie prime due figlie, era qui per lavoro, veniva da Napoli, poi ha perso il lavoro e così siamo scesi a Napoli dove aveva la casa. Ero incinta di 5 mesi, avevo 20 anni, e quando decidi di fare un figlio a 20 anni ti senti un leone, ti senti forte, Manuela è nata il 16 maggio del 2005, taglio cesareo, non ne voleva sapere di nascere. Nata a Napoli, sua sorella Melissa è nata nel 2007 a Pompei. E poi nel 2009 sono tornata qui, con loro due, mi sono separata. Non ce la facevo più a vivere in un’ambiente dove tutto si viveva in modo ossessivamente allargato, pranzi con tutti, parenti, cugini. Non respiravo. Alla domenica eravamo sempre in tantissimi. A Natale si cucinava per tre giorni, se si andava al mare bisognava invitare mamme, sorelle, ecc. E così ho detto basta e sono tornata qui. E con me c’era anche mia madre che ci ha dato una mano”. Com’è stato passare da Napoli a Sovere? “Una boccata d’aria, avevo bisogno di respirare. Qui poi c’era anche mio padre. Sono tornata il 27 giugno del 2009 e ho trovato subito lavoro. Era il lavoro che avevo lasciato quando me ne ero andata. All’inizio non è stato facile, lavoravo sempre per fare fronte a tutte le spese, però volevo farcela da sola, volevo crescere le mie figlie. E siamo cresciute insieme, abbiamo un legame fortissimo, che ho sempre difeso con le unghie. Il papà veniva a trovarle e ogni tanto scendevano loro”. Claudia lavora: “E per non lasciare le mie figlie sole quando in estate andavano a Napoli scendevo con loro”. Gli anni passano e torna l’amore.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 MAGGIO

pubblicità