SOVERE – ARTOGNE – Alessandra e le sue… Dolci Passioni. Dalla pasticceria del nonno Egidio (Bettegazzi) al suo laboratorio

Per raccontare la storia di Alessandra Visini bisogna riavvolgere il nastro della sua vita e tornare a quando, da bambina, entrava nel laboratorio di pasticceria di nonno Egidio Bettegazzi. È proprio da qui, a Sovere in via Roma, che nasce la passione di Alessandra per la pasticceria, da quelle brioches che portava a scuola “e poi all’intervallo barattavo con i miei compagni”. Da Sovere ad Artogne, dove adesso vive con la sua famiglia, per aprire un laboratorio tutto suo, che si chiama ‘Dolci Passioni’.

La mia non è una classica pasticceria, non era quello che volevo perché sarei entrata in un mondo in cui c’è molta concorrenza, il mio è un laboratorio di cake design – spiega Alessandra -. È un prodotto piuttosto nuovo nelle nostre zone, quindi direi che la mia è una scommessa, una sfida. Ho notato comunque interesse e le richieste non mancano, quindi ho deciso di lanciarmi, anche se in molti mi hanno dato della pazza (sorride, ndr). Prima mi dilettavo nella cucina di casa, poi un po’ perché sono mamma a tempo pieno di due bambini, un po’ il Covid… il momento giusto non arriva mai e allora ho deciso di buttarmi. Anche perché a un certo punto mio marito mi ha detto che o noi o tutti i miei attrezzi”.

Alessandra torna ai ricordi di nonno Egidio perché è proprio da qui che tutto nasce… “Sono cresciuta nel suo laboratorio, ero piccola, ma una volta finita la scuola andavo lì perché mia mamma lavorava, restavo anche a fare i compiti… poi hanno deciso di chiudere perché nessuno voleva andare avanti. Un po’ di anni dopo ho riscoperto che un cuore dolce c’era ancora (sorride, ndr) e così ho deciso di riprovare a mettermi in gioco”.

Quella di Alessandra è un’arte vera e propria, basta guardare le sue torte… “Ho fatto dei corsi di cake art a Milano, ma la mia è una pasticceria più innovativa, non faccio vendita al dettaglio, non ho un banco con i pasticcini per intenderci, ma realizzo comunque tutte le torte che mi vengono richieste, dalla crostata di frutta a quelle più ‘moderne’….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 2 LUGLIO