SOVERE – Addio Via Pascoli: non si trova nessun disposto ad aprire il supermercato. Il Comune evita il contenzioso e si tiene 300.000 euro

Via Pascoli game over. La notizia era nell’aria da qualche mese, poi il top secret da parte del Comune ‘Dobbiamo chiudere l’accordo, ci sono di mezzo gli avvocati, meglio non dire ancora niente’ e così la notizia rimaneva lì nel limbo. Ora l’accordo è stato trovato e c’è l’ufficialità. Un accordo ‘doloroso’ per chi rinuncia, che si è trovato a fare i conti con il vuoto sul fronte supermercato, nessuno disposto ad aprire e così gli avvocati hanno trovato la quadra che per il Comune è una buona quadra: nelle casse comunali restano qualcosa come 300.000 euro mentre 400.000 euro tornano ai proprietari. Tutto messo nero su bianco. Accordo firmato in questi giorni dal sindaco Francesco Filippini. “L’investimento di fatto è stato abbandonato da chi lo aveva proposto – spiega il sindaco – noi avevamo votato contro quando eravamo in minoranza, il piano Integrato ce lo siamo trovati e non abbiamo potuto che cercare di modificarlo a favore del paese”. L’investitore ha siglato la nuova convenzione versando 700.000 euro, ma al lato pratico non si è trovato chi poi investisse nel supermercato, quindi l’investitore si è tirato indietro e così ad effetto domino finisce tutto, dalla rotonda al supermercato con un grosso respiro di sollievo da parte dei commercianti soveresi e anche dell’amministrazione comunale…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 NOVEMBRE