SONGAVAZZO – MEMORIA Italo Brasi

Non riusciva a stare fermo. Sindaco (di area socialista) dal 1980 al 1990, aveva avuto grane giudiziarie che non l’avevano fiaccato nello spirito di iniziativa. Gli Alpini di Songavazzo lo avevano avuto come capogruppo dal 1977 al 2017. E aveva fatto costruire la cappelletta “Cappello degli Alpini” in Falecchio, aveva fondato un’unica associazione dei volontari per il settore sanitario e di protezione civile e dei donatori di sangue e perfino ultimamente un gruppo di “ricamatrici”. Della serie una ne pensava tre ne faceva.  Passava in redazione ogni quindici giorni, raccontava di un paese sempre in movimento, dei “suoi” Alpini, dell’Associazione di volontariato, insomma un uomo che si spendeva per il suo paese su tutti i fronti. Della politica no, non ne aveva più voluto saperne…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 MARZO