SOLTO COLLINA – lettera aperta al dott. Fabrizio Minelli e ai Cittadini di Solto Collina.

Gent.mo Dott. Minelli, la presente è doverosa per fare chiarezza a seguito della sua intervista pubblicata sull’ultimo numero di Araberara. In data 13.10.2021 è realmente andato deserto il terzo bando pubblicato dall’Amministrazione Comunale di Solto Collina per la vendita dell’ormai famoso “terreno edificabile” di proprietà Comunale di circa 7.500 mq, situato in via Clisoli. Come Lei ben sa ed è corretto informare i cittadini, la vendita era finalizzata a reperire circa € 530.000 per la realizzazione di n. 6 progetti necessari al rilancio turistico del paese e per offrire nuovi servizi. Questa somma avrebbe consentito in automatico di ottenere analoga cifra da Regione Lombardia, a fondo perduto e ribadisco a fondo perduto; Un’integrazione ulteriore con fondi di bilancio avrebbe permesso la copertura economica dei 6 progetti succitati per un totale di “un milione e duecento mila euro” (600.000,00 già accantonati da Regione Lombardia e 600.000,00 Comunali), cioè il 100% di quanto predisposto dall’ allora presidente Maroni, e dedicati ad ogni comune del lago d’Iseo dopo la passerella The Floating Piers di Christo . Uno dei progetti previsti è stato già realizzato e trattasi della banchina ciclopedonale che dalla Locanda del Sole arriva sui confini di Riva di Solto nella frazione di Zorzino, per un importo complessivo di quasi € 200.000. A conferma di quanto su affermato, il 50% di detto importo è stato coperto da Regione Lombardia a fondo perduto mentre il restante 50% con mutuo contratto con CdP (Cassa Depositi e Prestiti). Con i risparmi del ribasso d’asta realizzeremo entro gennaio il parcheggio, nell’area avuta gratuitamente dalle famiglie Guizzetti in zona Locanda del Sole. Al riguardo, sul periodico Araberara è stato pubblicato in data 15.10.2021 a pagina 27 una intervista rilasciata da Lei Dott. Minelli Fabrizio, dove appare anche una mia fotografia senza nessuna logica con l’intervista stessa. MI sento, pertanto, in dovere di fare alcune precisazioni rispetto alle dichiarazioni del Dott. Minelli stesso.  Premetto che in famiglia, e nel collegio vescovile S. Alessandro di Bergamo, mi hanno insegnato che “quando si butta un sasso non si deve mai ritirare la mano” perché solo le persone bugiarde lo fanno; Da Amministratore comunale, con delega ai lavori pubblici, preciso quanto segue, per amore di verità.

Abbiamo pubblicato 3 bandi per la vendita del terreno

a) Il primo in data 10.02.2021 prot. 672 – pub. 73/2021

b) Il secondo in data 30.03.2021 prot. 1481 – pub. 156/2021

c) Il terzo in data 09.09.2021 prot. 4662 – pub. 358/2021

E tutti e tre più o meno sulla stessa falsa riga.-.–

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 5 NOVEMBRE