SOLTO COLLINA – INTERVENTO – “Vendita terreno? Siamo contrari a questa speculazione edilizia. E i bandi regionali?”

Scade il 12 marzo 2021 l’asta pubblica per la vendita del terreno comunale di località Clisoli a Solto Collina (BG), un’area di 7500 mq di particolare pregio ambientale sui quali verranno realizzati 5000 mc di nuovi edifici. L’Amministrazione Comunale di Solto Collina si è fermata ancora alla fase in cui si vendono le proprietà Comunali permettendo nuove realizzazioni alle società immobiliari per andare avanti e tappare le buche sulle strade del paese. 

Mentre tutti gli altri paesi partecipano e ottengono contributi a fondo perduto a piene mani (750 mila euro comune di ONORE), l’Amministrazione di Solto Collina non sa attingere ai bandi Regionali a disposizione. La Regione Lombardia con delibera n. XI/3113 del 05/05/2020 e con comunicazione del Presidente Fontana del 21.04.2020 ha stanziato per Solto Collina ben 100.000,00 euro per “interventi per la ripresa economica” in periodo COVID, a sostegno degli investimenti per lo sviluppo infrastrutturale e l’Amministrazione che ne ha fatto? 

Non si sa, si sa solo che ha speso 5.000 euro in mascherine e altrettanto o ancor meno in ossimetri e in tamponi rapidi. Nessuna riduzione della TARI per le attività commerciali e nessuna riduzione di IMU per nessuno. La Legge Regionale n. 9 del 04.05.2020 ha stanziato 3 miliardi di euro di cui 400.000.000 destinati ai Comuni. In un momento eccezionale di risorse abbondanti per la ripresa post Covid a Solto Collina si vende un gioiello di 7500 mq per fare cassa. L’incapacità dell’Amministrazione emerge in tutta evidenza…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 5 MARZO