SOLTO COLLINA – “E’ stato chiesto un consiglio comunale e non è mai convocato, un atto gravissimo per la democrazia. Il sindaco ci ha definiti infantili e arroganti”. La replica del sindaco

436

Si surriscalda (sempre che si sia raffreddato almeno un po’ in questi mesi) il clima a Solto Collina e il protagonista stavolta è il consiglio comunale. Anzi, il consiglio comunale che… non c’è.
“Il 25 settembre – spiega Fabrizio Minelli – è stata chiesta la convocazione di un consiglio comunale, ma noi non solo non abbiamo ricevuto la convocazione, ma nemmeno una spiegazione del motivo per cui non si sia svolto, tanto che i termini di legge sono scaduti, perché sono passati più di venti giorni. Nei giorni scorsi sono stato in Municipio per chiedere tutti i documenti protocollati, come peraltro faccio sempre visto che ritengo che il mio ruolo di minoranza sia proprio quello di vigilare che tutto sia fatto in modo corretto e trasparente. Tra questi documenti c’era anche una lettera inviata dal Prefetto che rispondeva ad una segnalazione inviata dal sindaco del 12 ottobre in cui si sottolineava un comportamento grave da parte delle minoranze, definite infantili e arroganti, e che la convocazione sarebbe stata pretestuosa e non avrebbe convocato il consiglio per i costi di gestione….
SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 21 OTTOBRE

pubblicità