SEBINO BERGAMASCO 300 olivicoltori sebini in cerca di un frantoio: i soldi li ha il Gal ma…

492

Questa è la storia di olivicoltori della sponda bergamasca che hanno ripreso, chi per professione chi per hobby, a curare oliveti e produrre olio. Sono circa 300, tanto per capire, e molti, come nella poesia, sono “giovani e forti”. Ma non forti a sufficienza per dotarsi di un frantoio. Si sono riuniti, la maggior parte di loro, in un’Associazione di cui è presidente Valentino Ghirardelli di Predore e vice Silvestro Danesi di Tavernola. Tanto per capirci, in questi anni sono stati piantati circa 16 mila olivi. Insomma è un fenomeno non da poco. Ma i frantoi scarseggiano, ce n’è uno a Capriolo, uno a Marone e uno a… Scanzo. L’associazione bergamasca vorrebbe averne uno tutto per sé. Ha presentato un progetto rilevante di 600 mila euro di costo presunto al Gal (Gruppo di Azione Locale: presidente è Alex Borlini). Il progetto è stato finanziato, i soldi sono arrivati (anche per altri ambiti, oltre a quello dell’olio)….

SUL NUIMERO IN EDICOLA DA VENERDI0’ 9 FEBBRAIO

pubblicità