SCUOLA/2 – PRIMARIA ROVETTA – Il Dirigente Scolastico Grechi e i disegni su ‘scuola e amicizia’

484

Continua il viaggio nelle scuole della nostra provincia, dove sono i bambini a parlare e raccontarsi in questo anno di covid. Questa volta tocca a Rovetta.

La scuola Primaria di Rovetta è una delle sei che fanno parte dell’Istituto Comprensivo “Andrea Fantoni”, guidato dal Dirigente Scolastico Giampaolo Grechi.

Il tema che è stato scelto per i disegni dei nostri studenti è stato ‘scuola e amicizia’. È un tema libero sul quale i bambini e i ragazzi che frequentano la nostra scuola Primaria potevano ‘sbizzarrirsi’, realizzando disegni belli e significativi, centrati sulla scuola, ma anche sulla famiglia. Sono disegni molto personali, alcuni studenti hanno anche scritto brevi poesie”.

Quanti sono gli alunni della scuola Primaria di Rovetta? “Sono 220, divisi in 10 classi”.

Dai bambini di prima Elementare ai ragazzi di quinta, tutti hanno consegnato le loro emozioni al foglio di carta usato per disegnare e dipingere. C’è chi ha disegnato l’edificio scolastico (che in alcuni disegni assomiglia ad un castello), chi ha voluto mostrare a tutti la sua famiglia, chi ha disegnato animali domestici, chi ha preferito lo scuolabus. 

Particolarmente significativi sono alcuni disegni che raffigurano gli studenti uno accanto all’altro, o in cerchio, mentre si tengono per mano. Un segno di amicizia e anche una volontà di andare oltre il difficile periodo che stiamo vivendo.

Tutti insieme, mano nella mano, i giovanissimi alunni della scuola Primaria di Rovetta hanno espresso con matite, pastelli e pennarelli tutto l’entusiasmo di cui i bambini sono capaci.

Un entusiasmo, una voglia di vivere, che grazie a questi disegni potranno contagiare (nel senso positivo del termine…) anche il mondo degli adulti, dei genitori e dei nonni.

Gli studenti della scuola Primaria di Rovetta ci dicono come è bella l’amicizia, come è bella la scuola, come è bella la famiglia. Sembrano argomenti scontati, ma non lo sono!

In attesa di lasciare per sempre le mascherine e il ‘distanziamento sociale’, bambini e ragazzi ci indicano la strada da seguire. I disegni che ci hanno mandato sono tantissimi, ma su queste pagine ne possiamo pubblicare solo alcuni; verranno però messi tutti sul nostro sito Internet www.araberara.it.

“La mattina quando vado a scuola mi piace perché vedo tutti i miei compagni e le mie insegnanti”

“È molto più bello incontrarsi personalmente che virtualmente” —

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 23 APRILE

pubblicità