SCHILPARIO – Riscoperti sulle lastre in piazza i versetti di Leopardi per il card. Maj

Sarà un autunno caldo, anzi freddissimo per il sindaco Marco Pizio e la sua amministrazione visto che si va ad ampliare l’impianto di innevamento artificiale della pista di fondo (135 mila euro dalla Regione), si “chiude” il palazzetto del ghiaccio per consentire poi la formazione del ghiaccio artificiale (altri 135 mila euro questa volta provenienti dalla Comunità Montana). Ma non è tutto, 100 mila euro di asfalti (fondi regionali) e 57.500 euro (50 mila dallo Stato) per la sistemazione della Piazza Card. Angelo Maj dove, sorpresa, saranno valorizzate le iscrizioni che sono su alcune lastre del versi dell’ode di Leopardi al card. Maj (quella che comincia con  “Italo ardito, a che giammai non posi / di svegliar dalle tombe / i nostri padri…”)…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 28 AGOSTO