SCHILPARIO – L’incognita estate del dopo Covid. Rinviata a settembre la Tosap

Il Consiglio comunale di Schilpario del 15 maggio ha avuto inizio con la lettura di un’attenta e circostanziata relazione del sindaco Marco Pizio sugli avvenimenti di quest’ultimo periodo e con un grazie sentito a tutti coloro che hanno dedicato tempo e lavoro per fronteggiare una crisi la cui drammaticità è ben nota a tutti. Accurato il minuto di silenzio osservato in ricordo di tutti coloro che ci hanno lasciato.

Gli argomenti trattati nella seduta hanno avuto tutti connotazioni di ordine finanziario, con la ratificazione delle decisioni economiche attuate negli ultimi due mesi, derivanti soprattutto da decisioni prese dalla Giunta comunale.

Si ricordano le voci più rilevanti (variazioni a importi previsti in bilancio) che nelle entrate sono:

– quota Bim € 43.300

– rette frequenza asilo € 1800

– stanziamento Stato per manutenzione strade e piazze € 50.000

E nelle uscite

– riscaldamento immobili pubblici € 6.000

– acquisto terreni € 5.000

– sgombero neve € 8.200

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MAGGIO