Sarnico riva

Tutto il lungolago intitolato a Carlo Riva, questa la decisione che verrà ufficializzata a breve dal sindaco Giorgio Bertazzoli per rendere omaggio alla figura dell’ingegnere che più di ogni altra persona ha reso famoso Sarnico nel mondo grazie ai suoi motoscafi. Un lungolago del resto arrivato grazie soprattutto alla generosità di Carlo Riva che negli anni ’60 contribuì in maniera determinante alla sua realizzazione. “Fu proprio lui a contribuire alla realizzazione del lungolago – spiega Giorgio Bertazzoli, sindaco di Sarnico – prima infatti c’era solo la strada, l’attuale via Garibaldi, oggi invece abbiamo tutta la passeggiata che dai Giardini del lago arriva fino al parco Lazzarini. Lui contribuì alle spese per la palificazione e la posa dell’attuale passeggiata che rende oggi Sarnico un luogo accogliente per tutti i turisti. Inoltre la passeggiata passa proprio da quegli edifici che hanno ospitato gli albori dei cantieri Riva, che poi si sono spostati appena fuori Sarnico, al confine con Predore. All’inizio i primi motoscafi sono usciti nei pressi dell’attuale passeggiata. Era giusto onorare in qualche modo il nostro caro ingegner Riva e intitolare la passeggiata al suo nome mi sembra il giusto riconoscimento per quanto lui ha fatto per il nostro paese”. Ma il sindaco Bertazzoli non pensa solo all’intitolazione del lungolago: “Quest’anno in autunno partirà il quinto lotto con la riqualificazione del tratto che arriverà al parco Lazzarini, un progetto che chiuderà i lavori dell’attuale lungolago con la realizzazione di nuove aree a sbalzo sul lago. Per ilo sesto lotto invece stiamo lavorando al progetto da attuare nel 2018 con la passeggiata che arriverà ai giardini del lago non più passando sull’attuale passerella, che in alcuni punti inizia ad accusare l’usura del tempo, ma passeremo nella zona della ex Stoppani, lì dove da tempo è prevista la nuova passeggiata, in modo da andare ad eliminare il tratto sul lago, tratto che era stato realizzato già come idea provvisoria dalle precedenti amministrazioni comunali. Quest’opera sarà messa in atto una volta concluso il quinto lotto”.