ROVETTA – Marco, il più giovane dei consiglieri: “La passione per la politica e il teatro, l’università e fra poco in… Polonia per l’Erasmus”

170

È una mattina di fine giugno, il cielo è limpido e “finalmente è arrivata l’estate, sai, con il Cre la prima settimana è stata complicata da gestire con i bambini da tenere dentro le scuole”. Marco Maninetti sorride, alza gli occhiali da sole mentre ci sediamo al tavolino del bar e ordiniamo un caffè. 20 anni, i 21 li compirà proprio a luglio, studente al secondo anno della Facoltà di Giurisprudenza all’Università di Bergamo e da un mesetto consigliere comunale nella squadra di Mauro Marinoni a Rovetta. Nella sua vita però c’è molto di più, dall’Oratorio alla Pro Loco, dalla politica alla passione per il teatro.

Come puoi vedere di tempo libero ne ho veramente poco”, sorride. Non stento a crederci. Partiamo però dalla politica. “Una passione che arriva da lontano e non dalla mia famiglia. Se ne parlava a tavola o con i miei zii, ma nessuno si è mai interessato attivamente e, anzi, quando ne parlo troppo non è che apprezzano. A 14 anni, appena iniziate le superiori al Fantoni, dove ho fatto lo Scientifico, ho conosciuto un gruppo di giovani della Lega e ho deciso di buttarmi in questa esperienza. A 15 anni ho fatto la mia prima tessera, ma già alle Elementari quando le maestre ci facevano preparare il giornale e il videogiornale, io ero quello che si occupava di politica”.

ARTICOLO COMPLETO SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 5 LUGLIO

 

pubblicità