ROVETTA – La Termovalseriana e il viale alberato regalato a Rovetta

Verrà inaugurato sabato 20 novembre un nuovo viale alberato, nei pressi della biblioteca di Rovetta. Un’iniziativa nata non da un ente pubblico, ma dalla donazione di un’azienda privata, la Termovalseriana srl, che ha tagliato lo scorso anno il traguardo dei 45 anni di attività, ma ha dovuto rimandare la festa di un anno. 

L’azienda nasce a Rovetta nel 1975. Giulio Benzoni, che ora è amministratore dell’azienda diventata una srl con tre soci, ha fondato questa realtà quando aveva 18 anni. Ha dovuto sospendere la sua attività per l’anno di servizio militare, perdendo tutti i clienti, ed è poi ripartito. Giovanissimo imprenditore, prima nei locali di casa, poi in un capannone più grande. E 46 anni dopo la Termovalseriana è una realtà affermata. 

Abbiamo assunto personale anche nell’anno del Covid, oltre a non aver lasciato a casa nessuno – racconta Benzoni -. Nel 2019 abbiamo ricevuto da Regione Lombardia un premio per le buone prassi di responsabilità sociale d’impresa, che riguardava, tra le altre cose, il rispetto per l’ambiente. Abbiamo da sempre una forte attenzione per l’energia pulita: ci occupiamo di sistemi di riscaldamento innovativi, a partire dall’azienda stessa, che ha i pannelli solari da quarant’anni, e le pompe di calore. Siamo stati probabilmente i primi in bergamasca ad avere un mezzo da lavoro elettrico: non è una cosa da poco, e adesso stiamo cambiando tutto il parco macchine in elettrico”.

Una scelta che si è allargato presto anche fuori dai confini dell’azienda. “Nel 2017 abbiamo messo fuori dalla nostra sede una colonnina di ricarica che rendiamo disponibile gratuitamente a tutte le auto”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 NOVEMBRE