ROVETTA – Aumentano i furti, mancano i vigili. I cittadini hanno paura e il sindaco risponde: “L’organico è inadeguato, se non troviamo una soluzione gestiremo il servizio fuori dall’ambito dell’Unione”

“I cittadini manifestano l’esigenza di avere un paese benservito, ben curato e sicuro. Torna l’emergenza furti e spetta anche all’amministrazione cercare di aiutare le forze dell’ordine”, ci eravamo lasciati così con il sindaco di Rovetta Mauro Marinoni.

E in un territorio vasto come quello dell’Unione (comprende i cinque paesi dell’Altopiano, Cerete, Rovetta, Onore, Fino del Monte e Songavazzo) che conta un bacino di oltre 8500 abitanti l’esigenza di sentirsi più sicuri si fa sentire.

Riguardo i furti – ci spiega un ragazzo – a parte il vocio della gente e qualche post sui social non ne so niente, ma al di là di questo, credo che tutti siano d’accordo sul fatto che ce ne sono pochi rispetto alle esigenze dei cittadini, soprattutto perché il territorio è ampio e la richiesta non corrisponde all’offerta di vigilanza” e ancora “non possiamo farne una colpa ai vigili ma chiaramente è un dato di fatto che, soprattutto in alcune situazioni, se ce ne fosse qualcuno in più, forse alcune cose potrebbero essere controllate meglio. Per esempio il rispetto del codice stradale…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 27 SETTEMBRE