ROGNO – 4° posto per l’US Rogno e per Morosini ai Campionati Italiani di Corsa Campestre

121

Il 12 e 13 marzo 2022 si sono svolti a Trieste i Campionati Italiani Assoluti di Corsa Campestre, validi per l’assegnazione dei titoli di Campione Italiano Individuale e a Squadre per l’anno 2022. Non poteva di certo mancare l’Atletica US Rogno, forte di una qualifica guadagnata partecipando alle due prove regionali svoltesi in terra lombarda nei mesi di gennaio e febbraio, anticamera della gara regina. 

Gli Allievi della compagine bergamasca guidata dal Presidente Giorgio Fardelli e allenati dal tecnico Mario Toini, hanno dato spettacolo sul non facile percorso di 5 km dei prati triestini. Si inizia sabato pomeriggio con la staffetta 4×2 km dove il Rogno schiera Nicola Morosini in prima frazione, poi Reboldi, Macri e l’allenatore Toini (disponibile a condividere con i propri allievi questa esperienza). Pronti via e Morosini, con coraggio, si mette davanti a tutti e fa il vuoto (era tanto per provare il ritmo sul percorso della gara del giorno dopo, dirà poi). Inizia così anche lo show dello speaker che ripete a gran voce una sola frase: “c’è solo una squadra al comando, l’US Rogno, l’US Rogno!”. Morosini allunga e cambia con Reboldi con un vantaggio di 15” sul gruppo che insegue, Reboldi parte deciso e Rogno sempre davanti nonostante gli sforzi (vani) delle altre squadre per tornare sotto e chiudere il gap. Un Reboldi determinato è ancora in testa al cambio con Macri in terza frazione, ma le altre squadre mettono in campo i calibri da novanta e il vantaggio si assottiglia. Macri tiene duro e seppur raggiunto da un gruppetto di altri quattro atleti, non si fa intimidire e riesce a cambiare ancora in testa, ma questa volta in compagnia. Tocca a Toini, il vecchietto, come lo chiamano i suoi ragazzi. La gara entra nel vivo e l’atleta di Angolo ha il duro compito di combattere contro i veri campioni (30 anni più giovani di lui), ma vende cara la pelle fino al traguardo, chiudendo in 23° posizione. Per poco il sogno non si avvera, “l’appuntamento con la storia è solo rimandato, vedremo l’anno prossimo”, queste le parole dei ragazzi. Gara individuale, domenica pomeriggio, Nicola Morosini, Pietro Reboldi, Grad Ayman e Stefano Bolandrina si presentano al cancelletto di partenza a fianco degli oltre 180 concorrenti della categoria Allievi, provenienti da tutte le Regioni d’Italia. Gara tiratissima fin dalle prime battute, niente tatticismi, con gli alfieri del Rogno coperti e attenti a sfruttare gli allunghi dei concorrenti. Verso metà gara se ne vanno in 5 e Morosini c’è, mentre Reboldi, Grad e Bolandrina viaggiano nel gruppo degli inseguitori….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 MARZO

pubblicità