RIVA DI SOLTO – BOGN/2 – La lettera: “Posticipate almeno di 60 giorni l’apertura del cantiere cosi danneggiate il turismo”

466

Gentile Sindaca, con la presente, come già richiesto durante la seduta del Consiglio Comunale del 17 giugno 2022, chiediamo di posticipare di almeno 60 giorni l’installazione del cantiere e l’inizio dei lavori relativi al progetto di riqualificazione dell’area del Bogn, in modo da poter consentire alla cittadinanza e ai turisti di visitare e utilizzare l’area, ovviamente nella zona in sicurezza, durante i mesi estivi. La chiusura di questa porzione di territorio, così attrattiva per l’intero Lago, rischia di danneggiare significativamente le attività turistico-commerciali di Riva di Solto (e non solo), senza che sia stata esposta una sola motivazione così stringente e convincente tale da impedire un ragionevole rinvio, tenuto anche conto del lungo periodo di difficoltà sopportate dalle attività locali e legate alla emergenza Covid. Come non bastasse, la chiusura è stata decretata proprio immediatamente dopo la promozione del Bogn come meta imprescindibile del Lago d’Iseo da parte di organi di stampa qualificati come, nel mese di maggio scorso, solo un mese fa…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 LUGLIO

pubblicità