Ricoverato 61enne di Gianico: sospetta meningite e intanto si valuta di non riaprire le scuole

Un altro caso di sospetta meningite. Dopo quello del sedicenne di Castelli Calepio, si aggiunge quello di un 61enne di Gianico, in Valle Camonica. L’uomo è stato ricoverato a Brescia perchè ha riportato tutti i sintomi della malattia, anche se al momento non è noto di quale ceppo o tipologia di meningite si tratti. Intanto proseguono le vaccinazioni a Sarnico, Villongo, Predore e nei paesi limitrofi. Intanto incontro in Prefettura tra i sindaci del Basso Sebino e il Prefetto Elisabetta Margiacchi, previsto l’arrivo anche dell’assessore regionale Giulio Gallera e i direttori dell’Ats. Si valuta anche la chiusura degli istituti scolastici come ha spiegato il sindaco di Sarnico Giorgio Bertazzoli.  “I sindaci del Basso Sebino si incontreranno in Prefettura con il Prefetto per valutare e decidere l’eventuale chiusura delle scuole In seguito, comunicheremo ai nostri Dirigenti le decisioni prese. Si darà comunicazione alla cittadinanza e ai docenti tramite il sito dell’istituto e i canali social”.