Trescore – I Raptors: “Chiediamo maggiore rispetto”

144

I

“Maggiore rispetto e chiarezza nel rapporto di condivisione dell’attuale campo di via Suardi”, questo quanto chiedono i referenti dei Raptors della valle Cavallina che da tempo attendono di poter trasformare il campo nella ‘Raptors Arena’, la sede fissa del rugby in valle Cavallina. Da anni infatti il rugby è costretto ad un nomadismo tra i campi della zona,

Trescore, Entratico e altri comuni che prestano il campo in attesa che i lavori all’albarotto finiscano. “In questi mesi abbiamo sopportato una convivenza che non è facile, sia con il Comune sia con il GSO Aurora Trescore – spiega il responsabile alla comunicazione dei Raptors Claudio Falconi – diciamo che non c’è molta comunicazione soprattutto con il calcio.

pubblicità