RANZANICO – La Provincia dà ragione a Buelli (che chiede le dimissioni di Freri) e boccia la “variante delle Terme”

603

Dimissioni. “Il sindaco Freri si deve dimettere, perché ha mentito ai cittadini e fatto dichiarazioni non vere ai giornali”.

pubblicità

L’ex sindaco di Ranzanico e attuale leader della minoranza, Sergio Buelli, lancia una bordata contro il suo rivale Renato Freri. E, a dargli man forte, ci ha pensato la Provincia di Bergamo, che ha messo nero su bianco la bocciatura la variante che avrebbe reso possibile la ristrutturazione di Villa Terzaghi (alle spalle dell’antica Filanda), ma ad un prezzo altissimo: lo stravolgimento del parco e l’abbattimento del bosco. La variante prevedeva infatti la realizzazione di alcune strutture nel parco; qui sarebbero state realizzate le “Terme di Ranzanico”, progetto morto ancor prima di nascere.

Il decreto firmato dal presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli esprime “parere NON favorevole di compatibilità, sia con il PTR che con il P.T.C.P., delle aree individuate come PR2 e PR3 nella Variante n. 1 al Piano di Governo del Territorio vigente del Comune di Ranzanico, prescrivendone lo stralcio… SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 28 AGOSTO

pubblicità