RANZANICO – INTERVISTA AL NUOVO PARROCO – Don Luca… visto da vicino: “Cari parrocchiani di Ranzanico, cominciamo un lungo cammino insieme” L’infanzia a Bergamo, l’Esperia e il servizio militare, il lavoro e la vocazione “tardiva”, gli anni di sacerdozio a Telgate e in Alta Val Brembana. E adesso la nuova avventura ranzanichese

957
sdr

Dalla casa parrocchiale di Carona potevo ammirare un laghetto, da quella di Ranzanico posso invece guardare dall’alto un lago più grande”.

Dal terrazzo della canonica in cui vive da poche settimane, il nuovo parroco di Ranzanico don Luca Nessi volge lo sguardo verso il fondovalle, verso quel pittoresco lago di Endine che da lassù si può ammirare in tutta la sua bellezza. “Non posso certo lamentarmi della vista…”, sorride il sacerdote. Sabato 12 ottobre i parrocchiani di Ranzanico hanno accolto il loro nuovo parroco, che ha raccolto il testimone lasciato dopo ben 13 anni da don Mario Brignoli, che adesso è vicario interparrocchiale delle Parrocchie dell’Unità pastorale di Carobbio degli Angeli.

In realtà, don Luca si trovava nella sua nuova Parrocchia già da qualche giorno. “Sì, ma fino al mio ingresso ufficiale non celebravo Messa qui. Le prime celebrazioni – spiega il nuovo parroco – le ho fatte a Bianzano e anche la processione della Madonna l’ho fatta prima lì che a Ranzanico”.

Queste sono state due settimane intense. “Sì, ogni sera ho un incontro con persone e gruppi, quindi sto prendendo confidenza con la nuova Parrocchia e con i miei nuovi parrocchiani di Ranzanico. Con loro è cominciato un lungo cammino da fare insieme nei prossimi anni”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 25 OTTOBRE

pubblicità