RANZANICO – INTERVENTO – Antonello Piras: “Nel gruppo di maggioranza c’è un malcontento che ha creato una crisi sottotraccia”

350

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di Antonello Piras, che nelle scorse settimane aveva rassegnato le dimissioni lasciando il suo incarico di consigliere comunale di Ranzanico, dove aveva la delega alla Protezione Civile.

pubblicità

 

***

 

Egregio Direttore di Araberara,

faccio riferimento all’articolo “Ranzanico – I guai dell’Amministrazione” apparso l’8 Ottobre u.s. sul Suo pregiato quindicinale e nel quale si riferisce che ho presentato le mie dimissioni da consigliere comunale. Per la verità, e mi creda gentile Direttore, senza nessuna polemica, mi aspettavo che la sua redazione mi contattasse per darmi la possibilità di spiegare ai lettori di Araberara ed in particolare cittadini di Ranzanico che numerosi leggono il Suo giornale, le ragioni che mi hanno portato a questa scelta che è stata ponderata e anche sofferta; è vero che le dimissioni di un consigliere comunale di un piccolo Comune come il nostro non fanno notizia, tuttavia le mie dimissioni fanno seguito ad altre due precedenti e quindi la faccenda, come giustamente stigmatizzato nell’articolo, assume un significato diverso che conferma, contrariamente alle affermazioni del Sindaco, che nel gruppo di maggioranza c’è in atto un malcontento che ha creato una crisi sottotraccia che coinvolge tutto il gruppo e non solo i dimissionari.

Il vero motivo di questa situazione è il comportamento del Sindaco che, come già sostenuto dalla Vice Sindaca Valeria Valetti nelle motivazioni delle sue dimissioni, fa e disfa senza coinvolgere non solo la Giunta, ma neanche i consiglieri; tale atteggiamento lede il loro diritto di essere informati, ma soprattutto anche di poter condividere le scelte amministrative che andando in Consiglio, potranno così votare con cognizione di causa; pur avendolo già avvertito più volte che alcune di noi avrebbero potuto dimettersi se questo suo comportamento non fosse cambiato, tutto è continuato come prima, ne sono un significativo esempio gli episodi che illustro di seguito: sull’iniziativa immobiliare delle Terme nella proprietà Terzaghi sulla Via Nazionale, vicino alla Filanda, che è stata inserita nel nuovo PGT e riportata in diversi articoli, il Sindaco non ne aveva mai parlato nelle nostre riunioni collegiali e aveva sempre negato che esistesse un progetto e sostenne questa versione anche in Consiglio comunale in risposta ad una interpellanza della minoranza. Poi, venne successivamente smentito dai fatti perché il progetto completo apparve su un sito internet con tutti i dettagli. Ai cittadini che chiedevano informazioni su questo progetto, non siamo mai stati in grado di fornirle…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 OTTOBRE

pubblicità