PREMOLO “Tentato omicidio” e il paese mormora “E’ la maledizione degli autisti”. “Donne così non si sposano”. “Aveva già tentato di bruciare la baita del…” “Occhio al caffè delle mogli”. “E’ uscito dal coma, mio figlio tornerà a vivere con noi”

64

pubblicità

 Ci deve essere una sorta di “maledizione degli autisti” che si aggira per i paesi della nostra Valle, una maledizione che coinvolge periodicamente questa categoria di persone nei fatti di cronaca nera che accadono anche nell’apparente quiete sonnolenta delle nostre piccole comunità.

Mentre infatti non si è ancora chiusa la vicenda penosissima dell’omicidio di Yara Gambirasio, che portò alla ribalta l’ora defunto autista di Gorno caracollante sulle patrie linee del pulmino giallo attraverso i paesi dell’altopiano, ecco che un’altra coppia di autisti balza all’onore, si fa per dire, della cronaca nera: quello di Premolo, che ha rischiato la morte per avvelenamento da parte della consorte, e quello di Albino, causa inconsapevole di tanta tragedia in quanto nuovo amante dell’aspirante vedova nera. Su quest’ultima vicenda, ancora al vaglio delle Autorità che hanno posto agli arresti la signora con l’accusa di tentato omicidio, in quel di Premolo vige, come da copione, un silenzio totale, nel senso che le bocche dei compaesani non profferiscono verbo di fronte agli estranei ed ai forestieri….

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 15 GENNAIO

pubblicità