PREDORE – Le iniziative dell’Amministrazione per favorire la ripresa delle attività. Riaperti anche i cantieri del Comune.

Anche noi, superata l’emergenza in senso stretto, ci avviamo lentamente alla Fase 2, e infatti molte persone sono tornate al lavoro anche qui; ma per vedere gli effetti di questa misura dovremo aspettare almeno quindici giorni…”.

Il sindaco di Predore Paolo Bertazzoli sottolinea l’esigenza di adattarsi  a questa nuova contingenza, anche se non è ancora possibile una valutazione delle conseguenze che comporterà:

“Abbiamo riaperto anche noi i cantieri che erano stati sospesi, come quello dei 100 metri di pista ciclopedonale lungo la riva del lago. Abbiamo anche impostato la manovra per sospendere i pagamenti delle soste-auto e dell’imposta di soggiorno, provvedimento che priverà il Comune di circa 50.000 euro di entrate…Per le attività turistico-ricettive – bar, ristoranti, campeggi, ecc…- aspettiamo di avere certezze da parte del Governo perché non è ancora chiaro se ci saranno risorse ad hoc, e di quale entità.. In caso di necessità contiamo però di poter intervenire autonomamente, con l’avanzo di amministrazione di 300.000 euro che abbiamo a disposizione…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 MAGGIO