PREDORE – Il santuario vandalizzato dall’urlatore

Il santuario devastato dopo che il parroco e la Comunità di Predore li avevano accolti, il parroco don Ale Gipponi non si da pace dopo che il santuario di Predore, il simbolo del paese è stato vandalizzato nella notte tra sabato 24 e domenica 25 agosto. Lo stesso don Alessandro non usa mezzi termini per commentare i danni lasciati nella notte tra sabato e domenica.

Con tutto il bene che ti abbiamo fatto tu ci ripaghi così. Tu continua ad essere bestia, noi continueremo ad essere Uomini. Mai saremo come te.

In edicola su Araberara dal 30 agosto