PREDORE – Chiusa la RSA ‘Villa Serena’ perché il personale è in gran parte ammalato. Dieci decessi in nove giorni. Il sindaco Paolo Bertazzoli: “Una generazione falcidiata, come in guerra”

Giorni difficili anche a Predore: la RSA “Villa Serena” ha dovuto chiudere per mancanza di personale, gli ospiti hanno dovuto essere spostati in altre case di riposo, come per esempio quella di Tavernola e altre, a causa della scarsità del personale di servizio venutasi a creare in seguito ai contagi da Coronavirus.

“In effetti la situazione è davvero difficile – conferma il sindaco Paolo BertazzoliSe fino alla settimana scorsa dovevamo registrare quotidianamente il numero crescente dei contagi, adesso dobbiamo invece registrare quello dei decessi, ben dieci in nove giorni, di cui nove erano proprio ospiti della in casa di riposo (il triste conteggio si riferisce al 17 marzo, n. d. r.).Mi risulta ridotto all’osso anche il personale dell’Istituto “Angelo Custode”, che ospita persone disabili, sia ragazzi che adulti: la struttura è ancora aperta, ma so che anche lì la situazione non è per niente facile”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 20 MARZO