PRADALUNGA Come la Fenice, la “Don Franini” risorge dalle sue ceneri facendo “sbocciare due fiori”: il nido e la sezione Primavera. Il sindaco: “Accorpare le due scuole materne decisione dolorosa, ma lungimirante”

146

Bambini sorridenti, genitori soddisfatti, amministratori orgogliosi. Insomma, alla fine della mattinata di sabato 3 settembre a Pradalunga erano tutti felici e contenti.

Sì, perché in questo caldo sabato di fine estate la comunità pradalunghese ha compiuto un nuovo e importante passo in avanti.

Come la mitica Fenice, dalle ceneri della storica scuola materna “Don Angelo Franini” è sorta una nuova realtà, il “Centro Servizi Don Angelo Franini”, con tanto di asilo nido, sezione Primavera (inaugurati il 3 settembre) e, fra un po’ di tempo, una residenza leggera per anziani.

Un paio di anni fa sulla “Don Franini” si addensavano nubi minacciose; la situazione economica era critica e si faceva largo l’idea di unificarla con l’altra scuola dell’infanzia presente sul territorio comunale: la “Santa Lucia” di Cornale. E così è stato….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 SETTEMBRE

pubblicità