PONTE NOSSA – “Casa Frua” disponibile per una “Casa della Comunità”

193

Nella riforma sanitaria regionale si è parlato di “Case della Comunità”. Nell’intenzione regionale le “Case della Comunità” volevano essere una sorta di poliamblatori diffusi per alleggerire il carico dei Pronto Soccorso negli ospedali per i codici bianchi e verdi, insomma medicazioni e piccoli interventi. Ci sarebbero specialisti, guardia medica, centro prelievi, consultori, esami, insomma un misto tra servizi sociali e sanitari.

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 3 DICEMBRE 

pubblicità