PONTE NOSSA – Ad agosto va in pensione il vigile Claudio Fattorini, ma il sostituto è già al lavoro da aprile

Un passaggio di consegne… dilatato. Nel senso che tra una persona che va in pensione e quella che la sostituisce ci sono di mezzo diversi mesi di compresenza. Succede a Ponte Nossa, dove in questo periodo sono al lavoro ben due vigili a tempo pieno. Una situazione straordinaria in tempi in cui i Comuni si trovano spesso in difficoltà ad avere anche solo un agente per poche ore a settimana. L’amministrazione guidata da Stefano Mazzoleni si è invece mossa per tempo e ha voluto organizzare la staffetta tra agenti della polizia locale garantendo alcuni mesi di compresenza tra lo storico vigile del paese, Claudio Fattorini, e il nuovo assunto, Davide Ingrassia.

L’ispettore Claudio Fattorini andrà in pensione a fine agosto, dopo oltre 30 anni di onorato servizio a Ponte Nossa – spiega il primo cittadino Mazzoleni -. Riteniamo che per il nostro Comune sia fondamentale dare continuità alla presenza di almeno una persona, così ci siamo mossi un anno e mezzo prima per arrivare in tempo a sostituirlo, che non è una cosa scontata visti i vincoli per le assunzioni”. Insomma, non è automatico che un Comune possa fare una nuova assunzione a fronte di un pensionamento. “Non è di libero arbitrio, bisogna capire le possibilità di spazio assunzionale – precisa ancora il sindaco -. Negli ultimi anni non abbiamo sostituito due figure dell’organico dei dipendenti comunali: in base alle normative circa un anno fa facendo i calcoli siamo riusciti ad avere uno spazio assunzionale di oltre 36 ore, che è il primo passo…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 GIUGNO