PONTE NOSSA – 940 mila euro dal PNRR: primo Comune a chiudere i lavori, come cambia il paese: nuove tribune, strada al Parco, illuminazione e…

552

Il sindaco Stefano Mazzoleni gongola. Piovono finanziamenti su Ponte Nossa. Bisogna ricordare i 3 milioni e 500 mila euro stanziati per il nuovo ponte sul Serio. Ma adesso arrivano altri 940 mila euro per due opere, una delle quali già in corso, la tribuna della palestra comunale dove si esibiscono le squadre della pallavolo che a Ponte Nossa ha una storia consolidata. 

Il cantiere è già attivo. Ma il finanziamento di quest’opera era già coperto da un contributo regionale di 150 mila euro a fondo perduto e da un mutuo di 240 mila euro a tasso zero con il Credito Sportivo. Il costo totale era salito da 390 mila euro a 410 mila euro per l’aumento dei costi dei materiali e allora il Comune aveva messo 20 mila euro dal suo bilancio. Tutto a posto, gara d’appalto, via ai lavori. 

Esce un Bando del Ministero dell’Interno e il Comune di Ponte Nossa partecipa su due opere: tenta comunque sul progetto della Tribuna e poi su un sogno nel cassetto, quello di spostare la strada che attraversa il Parco del Ramello. Va be’ dai, tentiamo, ha pensato il sindaco. Sorpresa: il Ministero ha accettato e finanziato per 550 mila euro il progetto del Ramello e per 390 mila euro i lavori della tribuna della palestra. “Dal 2014 non avevo mai fatto un mutuo. L’avevo fatto, a tasso zero e rimborsabile in 20 anni, col Credito sportivo. Ma adesso rimborsiamo il mutuo e realizziamo l’opera, saremo penso il primo Comune a terminare un’opera con i fondi del PNRR, questo perché il cantiere era già aperto. Abbiamo ovviamente rinunciato anche ai 150 mila euro stanziati dalla Regione. Sono già arrivato i primi 190 mila euro delle tribune e il restante 50% arriverà appena finiti i lavori in corso e soprattutto è finanziata un’opera, quella del Ramello, che finora era solo un sogno nel cassetto. Dovremo realizzarla entro fine anno. Complessivamente al Comune di Ponte Nossa in tre anni sono arrivati finanziamenti per 6 milioni. Mica male, no?”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MAGGIO

pubblicità