PIARIO – Pietro Visini e la lotta per potenziare l’ospedale. “Non dimentichiamo le promesse del 2018…”

203
Ospedale Piario - Non ha l’aria soddisfatta che ti aspetti da uno che si appresta a fare passerella. Anzi, Amedeo Amadeo...

 I sindaci sono al lavoro sul fronte ospedale. L’alta Val Seriana si mobilita per il presidio ospedaliero di Piario.

A capo del Comitato ristretto di sindaci, insieme al sindaco di Clusone Massimo Morstabilini e al suo assessore ai servizi sociali Flavia Bigoni, c’è il primo cittadino di Piario Pietro Visini, che spiega: “Il comitato ristretto è nato per confrontarci con ASST di Seriate, nella persona dei loro dirigenti: il direttore generale Francesco Locati e gli altri dirigenti, personale, finanziario, tecnico, etc”.

La lotta per potenziare il presidio è partita. “L’obiettivo di questi e di tutti i sindaci della valle è che questo ospedale non solo venga mantenuto come ospedale per acuti ma venga anche potenziato con servizi in più, non dimenticando il rispetto di quanto stabilito in una delibera regionale del 2018, quando venne chiuso il punto nascite”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 NOVEMBRE

pubblicità