PIARIO – La casa vacanze per disabili riapre dopo 18 mesi

Sono stati 18 lunghissimi mesi di attesa, il Covid aveva fermato tutto, ma ora la casa vacanze di Piario può riaprire le sue porte. La struttura, accessibile ed attrezzata anche per i disabili, di proprietà dell’Arpe (di cui è presidente Armando Pezzotta), è pronta ad accogliere nuovi gruppi, così come ha fatto nelle ultime settimane.

L’associazione dalla metà degli anni Novanta organizza vacanze in Italia e all’estero per persone con disabilità, nel 2008 poi l’idea di aggiungere un capitolo alle proprie esperienze ed è così iniziata la costruzione di una casa vacanze accessibile a tutti.

Ci sono dodici posti letto, due bagni accessibili alle sedie a rotelle, un’ampia sala da pranzo, un terrazzo, un ampio parcheggio e un giardino attrezzato – spiega Mauro Zucchelli, segretario del gruppo alpini di Piario che collabora alla gestione con Armando Pezzotta e il consiglio direttivo Arpe -. L’Associazione ha stanziato complessivamente circa 150mila euro, frutto sia di raccolte fondi e contributi sia di un prestito bancario per il quale si sono fatti garanti i componenti del Consiglio, che sarà rimborsato con i proventi della gestione…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 23 LUGLIO