PEIA Un articolo per ogni edizione. Viaggio nel regolamento di Polizia Urbana più…bizzarro al mondo: dalla richiesta per installare cabine telefoniche al divieto di fare l’orto

Avevamo cominciato sul numero di Araberara di inizio gennaio, poi ci eravamo tornati sul numero scorso e adesso si parte. Il regolamento di Polizia Urbana del Comune di Peia è un pozzo di…ilarità.

Non ce ne voglia la sindaca, ma probabilmente chi l’ha redatto ha preso spunto da qualche vecchio regolamento di grandi città che non ha senso in un Comune come Peia e non ha più senso nemmeno nelle grandi città. E così se la volta scorsa vi avevamo raccontato che è vietato stendere i panni e la volta prima che non si poteva fare l’orto. Ma leggendo il fiume di articoli se ne trovano davvero di tutti i colori e allora abbiamo pensato di dedicare una rubrica apposita, giusto per alleggerire un po’ l’atmosfera. E ce n’è davvero per tutti i gusti..

SUL NUMERO DEL 30 GENNAIO