Parzanica, i vaccini per gli over 80 arrivano in elicottero

Da alcuni giorni Parzanica è isolato a causa della frana che minaccia Tavernola e il Lago d’Iseo. Il paese è raggiungibile soltanto con mezzi 4×4, ma i vaccini arrivano lo stesso, in elicottero.

L’Azienda socio sanitaria territoriale (Asst) Bergamo Est e l’Agenzia di tutela della salute di Bergamo, in collaborazione con il medico di cure primarie dottor Bernardo Fusini e con l’Amministrazione comunale del sindaco Battista Cristinelli, hanno organizzato per domani, martedì 2 marzo, le vaccinazioni anti-Covid 19 per i cittadini over 80.

Il direttore sanitario, dottor Gabriele Perotti, il dottor Enrico Bombana, infettivologo, e due infermieri della Asst Bergamo Est raggiungeranno il paese con un elicottero per mettere in sicurezza tramite la vaccinazione circa 40 cittadini.

Grazie alla collaborazione del sindaco di Parzanica e di Alberto Maffi, sindaco di Gandosso e Presidente dell’assemblea dei sindaci dell’ambito territoriale Monte Bronzone -Basso Sebino, è stato possibile attivare una task force in aiuto dei cittadini del paese isolato.

«Condizioni straordinarie hanno reso necessario un impegno corale, ogni attore coinvolto, con il proprio contributo, ha reso possibile organizzare una vaccinazione in loco con un’equipe mobile, in una sede messa a disposizione in tempi rapidissimi viste le circostanze», spiega il dottor Francesco Locati, direttore generale dell’Asst Bergamo Est.

«Il sistema sanitario territoriale in tutte le sue componenti, – il direttore generale dell’Ats di Bergamo Massimo Giupponi – il dialogo costante con il sindaco e con l’ambito, quell’eccellenza straordinaria che è costituita dalla nostra Protezione civile consentiranno un’azione puntuale e precisa su un target di popolazione che non deve essere lasciata indietro a causa di un fatto imponderabile come la minaccia di frana che pregiudica gli spostamenti nel paese di Parzanica. La giornata di domani sarà una bella prova di spirito di squadra e di sinergia a servizio dei Bergamaschi».

La convocazione è avvenuta a cura del Comune e la vaccinazione avverrà nei pressi di un ambulatorio vicino al municipio.