LA STORIA – PONTE NOSSA Premiato da Maroni lo “storico” negozio nossese “Parigi Market”

55

Tra i quattro “negozi storici” bergamaschi premiati con un riconoscimento ufficiale da parte di Roberto Maroni lunedì 14 novembre nell’auditorium ‘Testori’ di Palazzo Lombardia a Milano c’è anche “Parigi Market”, nato nel 1958 e quindi con più di mezzo secolo di attività documentata alle spalle (gli altri tre sono le gioiellerie Cornaro e Rosaspina in città e “Le Delizie”, a Osio Sopra).

Il riconoscimento dell’esercizio come “storica attività” intende valorizzare non solo la capacità imprenditoriale degli esercenti, ma anche la loro tradizione famigliare, punto di forza del sistema commerciale anche in tempi, come quelli attuali, di profonda trasformazione del settore commerciale e terziario.

Per la verità l’attività della famiglia nossese data da ben prima del 1958, perché già durante gli anni della Prima Guerra Mondiale Catina Bertocchi, di origini gandinesi, e Battista Parigi gestivano  la salumeria-drogheria e l’osteria, con la pergola e il girello del gioco posti sul lato sinistro – per chi scende verso Bergamo – di via IV Novembre. Dal 1954 in poi l’osteria venne data in gestione ad altri, mentre i coniugi Parigi mantennero la drogheria e la tabaccheria – la cui licenza era stata assegnata a  Battista Parigi come risarcimento da parte dello Stato, dal momento che era tornato dal fronte con una grave lesione ad un occhio – la stessa che, con il nome di “Fumo e profumo”, è attualmente gestita dalla nipote Paola

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 NOVEMBRE

pubblicità