ONORE – Daud, il Pakistan e ora la cittadinanza italiana: “Mi sono sempre sentito a casa, sono fortunato”

Daud Bhatti da pochi giorni è cittadino italiano. Anche se nel suo cuore lo era già e da parecchio tempo. Daud ha 26 anni, è originario di Lahore, in Pakistan, e a Onore era arrivato nel 2004 insieme alla sua famiglia, mamma, papà e i suoi due fratelli.

E’ stato come quando il giorno del tuo compleanno aspetti di tagliare la torta – spiega ancora emozionato Daud -, sei felice ma allo stesso tempo ti chiedi come andrà. Non vedevo l’ora, dopo quattro anni e il Covid che ha rallentato tutto, finalmente è arrivato il mio momento e a dire la verità non ci speravo neanche più”.

Era il settembre del 2004, Daud aveva dieci anni quando è arrivato a Onore… “ma mi sono sempre sentito come a casa, non ho fatto per niente fatica ad ambientarmi, ho trovato delle persone meravigliose, a partire dagli insegnanti e gli amici, non mi hanno mai messo in disparte e non mi sono mai sentito di troppo… sono stato fortunato. In quegli anni a Onore c’era don Antonio…

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 24 LUGLIO