ONORE – Antonella, da Milano a Onore per aprire la sua attività creativa che accende l’atmosfera natalizia

A Onore il Natale è arrivato insieme ad Antonella, che di cognome fa di Venosa, una ventata di novità direttamente dalla città, da Milano. La curiosità degli abitanti che si trasforma in sorpresa, un palazzo storico, una vetrina che un tempo era l’ingresso di un ristorante e che da troppi anni era chiusa, abbandonata a sé stessa con delle pellicole a specchio che impedivano di guardare oltre riflettendo soltanto l’altro lato della strada, e che oggi (in molti dicono ‘finalmente’) profuma di un’atmosfera natalizia speciale. Babbo Natale seduto su una panchina di legno che sorride, accanto a lui degli alberi illuminati da luci colorate che danno il benvenuto a tutti coloro che si avvicinano. Antonella di lavoro fa la visual merchandiser, vuol dire che con la sua creatività e fantasia trasforma vetrine di negozi, arreda case, alberghi, ingressi, scale a seconda delle esigenze dei suoi clienti. Milano iniziava a starle stretta e così la decisione di fare le valigie insieme al marito Graziano Bitetti e al figlio e a luglio ha scelto di andare a vivere a Onore: “Avevo bisogno di un luogo a misura d’uomo, in mezzo alla natura, quello che la città non ti offre nonostante sia ricca di servizi. Mio marito ha subito appoggiato la mia idea, sa che amo il mio lavoro, che faccio da più di vent’anni, ed ora eccoci qui. Lui ha il suo lavoro ma è l’anima social della famiglia, quindi mi aiuta con la comunicazione… ogni volta che parto per un nuovo lavoro mi raccomanda di fare le foto, ma io mica ci penso! Perché proprio qui? Quando ho visto questa vetrina è stato un colpo di fulmine, me ne sono innamorata subito, mi hanno proposto altri spazi ma sentivo che questo era quello giusto e quindi sono iniziati i lavori di allestimento”.

Un ambiente fresco ed accogliente, in fondo alla stanza delle scale… “che portano nel mio laboratorio. Di sotto sfogo tutta la mia creatività, lavoro anche con le materie naturali, cosa che solitamente facevo in casa e mio marito non era proprio così felice (ride – ndr), invece adesso appena mi chiama l’ispirazione, scendo e inizio ad inventare”.

Antonella qui ha portato tutti i suoi sogni e ha aperto la sua attività, HomeVisit01; la vetrina che fa da punto d’appoggio, da ufficio, e poi via, a Bergamo, Milano, persino in Svizzera e ovunque i clienti abbiano bisogno di lei. Prima un sopralluogo, un confronto di idee, poi la fantasia che vola e tutto il lavoro manuale…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 DICEMBRE