NEMBRO – Le campane sono tornate, ma don Santino se ne va a Calusco. Il nuovo arciprete è don Antonio Guarnieri

Mentre gli abitanti di Nembro stavano festeggiando il ritorno, dopo due mesi di restauro, delle otto campane della chiesa arcipresbiterale plebana di San Martino, è arrivata la notizia del cambio della guardia al vertice della Parrocchia. L’arciprete don Santino Nicoli, infatti, lascia Nembro dopo 11 anni, perché il Vescovo mons. Francesco Beschi lo ha designato nuovo prevosto di Calusco d’Adda. Al suo posto, come nuovo arciprete di Nembro è stato scelto don Antonio Guarnieri, attuale prevosto di Ghisalba.

La notizia del trasferimento di don Santino non è stata un fulmine a ciel sereno, perché già da un paio d’anni i nembresi si aspettavano questa decisione vescovile. Da una decina d’anni, infatti, la Diocesi orobica ha stabilito che il mandato dei parroci è di 9 anni e poi, se il Vescovo lo ritiene opportuno, ne decide lo spostamento in un’altra Parrocchia. Don Santino, 66 anni, era arrivato a Nembro all’inizio dell’autunno del 2008 e lascerà le sponde del Serio il prossimo settembre, dopodiché farà il suo ingresso ufficiale don Antonio….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MARZO