NEMBRO – I primi passi del sindaco Ravasio, dal progetto del Parco San Jesus alla ‘regina delle preferenze’

446

Due giorni prima della seduta di insediamento del nuovo Consiglio comunale di Nembro, Gianfranco Ravasio ha ‘rotto il ghiaccio’ partecipando, come nuovo sindaco, all’incontro pubblico in sala consiliare nel corso del quale è stata presentata la prima bozza di progetto per la riqualificazione del Parco di San Jesus. Tale bozza è il risultato di oltre un anno di percorso partecipato, portato avanti dall’amministrazione in stretta collaborazione con OAB (Ordine Architetti Bergamo) e le associazioni Manifattura Urbana e Ascolto Attivo, attraverso incontri, assemblee pubbliche e workshop con i cittadini. Durante la serata ci si è confrontati sulla bozza di progetto e ci si è dati appuntamento a subito dopo l’estate per rivalutare le proposte di modifica emerse durante l’assemblea e impostare così i tempi della fase più operativa.

pubblicità

Ravasio sta quindi prendendo le misure del suo nuovo incarico di primo cittadino (il terzo espressione di ‘Paese Vivo’ dopo Eugenio Cavagnis e Claudio Cancelli). Un incarico impegnativo e non facile che Ravasio porterà avanti supportato dalla squadra di governo da lui scelta.

Una delle sue prime decisioni è destinata a lasciare il segno. Come vicesindaco, infatti, Ravasio ha puntato non su una persona con esperienza amministrativa (come potrebbe essere, ad esempio, Floria Lodetti), ma su un ‘volto nuovo’ che i Nembresi hanno mostrato di apprezzare molto. Sara Bergamelli ha infatti ottenuto ben 670 preferenze, un numero altissimo, segno che (come Ravasio aveva detto al nostro giornale), lei è “un volto nuovo, ma solo dal punto di vista amministrativo, perché Sara è un volto noto per la società nembrese”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 LUGLIO

pubblicità