NEMBRO – Celebrati i 70 anni della sezione AVIS locale, tra le più generose ed attive della Provincia

La sezione AVIS di Nembro è stata una delle prime a sorgere nella nostra provincia e i  ”pionieri” locali della donazione del sangue furono il dott. Salvatore Rossi, che ne divenne anche il primo presidente, e Pierpaolo Marcassoli che gli successe nella carica, seguito poi, nel corso degli anni, da Giuseppe Valoti, Ennio Gambara, Claudio Barcella, e Walter Stancheris.

“Correva l’anno 1950 – dice il presidente attualmente in carica, Diego Fornoni –  e per celebrare il nostro 70esimo anniversario avevamo organizzato tutta una serie di manifestazioni e di eventi, ai quali però, in gran parte, abbiamo dovuto rinunciare a causa della pandemia, che a Nembro ha colpito in modo particolarmente drammatico e ci ha portato via anche alcuni Soci. Siamo riusciti solo al ‘salvare’ il Torneo di pallavolo femminile che  organizziamo da tre anni in memoria dei nostri Soci scomparsi,  in collaborazione con ‘Volleymania’:quest’anno l’abbiamo dedicato al ricordo di Ginetta Stancheris, atleta e donatrice di sangue e di organi, tragicamente scomparsa in un incidente -: si è svolto nel gennaio scorso, e per il resto abbiamo dovuto ‘accontentarci’ della cerimonia religiosa di domenica 29  novembre, con una Messa in ricordo di tutti i nostri Soci defunti per Covid-19”.

All’appuntamento dell’anniversario sono dunque mancati l’assemblea Annuale, che doveva svolgersi alla fine di febbraio quando anche Fornoni era ammalato e perciò è stata rimandata  ad agosto; lo spettacolo teatrale di marzo e il successivo concerto del Coro dell’Antoniano di Bologna; la mostra storica  fotografica  celebrativa del 70esimo, già pronta da tempo ma che non ha ancora aperto i battenti e si spera di aprire in occasione del prossimo Natale; in forse anche la raccolta di giocattoli a scopo benefico che da 8 anni viene organizzata in occasione di Santa Lucia, in collaborazione con la sezione di Pradalunga dove esiste, appunto, una chiesa dedicata alla Santa preferita dei bambini…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 DICEMBRE