NEMBRO – Assessori e consiglieri di “Paese Vivo” rinunciano a parte di compensi e gettoni per interventi in favore dei ragazzi

 Abbiamo voluto dare un bel segnale di senso civico, non per metterci in mostra, ma perché era la cosa giusta da fare”. Claudio Cancelli, sindaco di Nembro, si riferisce ad una iniziativa decisa dal gruppo di amministratori comunali di “Paese Vivo”, la lista che da diversi anni guida il Comune nembrese.

Abbiamo deciso, non solo io, ma anche gli assessori ed i consiglieri del mio gruppo, di rinunciare ai gettoni di presenza in Consiglio comunale ed a parte delle indennità che spettano ai componenti della Giunta, per sostenere alcune iniziative legate al disagio giovanile. In poche parole – spiega il primo cittadino di Nembro – queste iniziative consistono nell’utilizzo di alcuni operatori per andare in aiuto di questi ragazzi, facendo innanzitutto un’opera di prevenzione del futuro disagio, ad esempio intervenendo presso quei ragazzi che già alle scuole medie presentano alcuni segnali di disagio, tipo atti di vandalismo…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 DICEMBRE