MONASTEROLO – Fabio, l’amore per Selena, in giro per il mondo, il Brasile, la chitarra, l’arrivo di Maria e Davide e poi i due cuccioli di alpaca, la malattia di Maria e la rinascita

980

Fabio è un fiume in piena. Di quelli che straripano meraviglia. Che appena lo senti parlare ti butta addosso entusiasmo e ti contagia sino al midollo. Quella di Fabio è la storia di un papà particolare, perché Fabio è un papà che la felicità ce l’ha nel dna, e non c’è niente da fare, non ci sono difficoltà che scalfiscono il suo sorriso. Fabio Signori vive a Monasterolo con Selena Patelli, sua moglie, e i due piccoli figli Maria e Davide e con due alpaca. Fabio, un vulcano alto quasi due metri: “Selena l’ho conosciuta quando lei lavorava in un bar, io ero lì per fare alcuni lavori, poi siamo finiti in vacanza insieme con un gruppo di amici, in Scozia, e la zona del mare del Nord, sono passati ormai 20 anni”. Fabio, 42 anni, racconta: “Poi come tutte le copie che si sono conosciute giovani è stato un tira e molla, sai, a quell’età prima vengono gli amici e poi la morosa. Alla fine ci siamo lasciarti, io mi sono licenziato e mi sono preso un periodo per fare il vagabondo in Sud America. Sono partito con un mio amico, direzione Brasile”. Fabio in Brasile resta sei mesi: “Sei mesi con mille avventure, davvero, un’esperienza indimenticabile, abbiamo comprato un’auto, dormivamo in spiaggia, dove capitava, siamo finiti anche nel movimento rivoluzionario brasiliano”. Cosa vuol dire movimento rivoluzionario brasiliano? “Ci eravamo persi, siamo capitati per caso in un villaggio, nella notte sono arrivate alcune persone, ci hanno detto che non potevamo dormire lì, ci hanno preso e portato con loro, pensavamo ci uccidessero, invece ci siamo trovati in una casetta, ci hanno preparato torta di arance, banane fritte, insomma, di tutto, il capo del posto ci ha aiutato, e così noi abbiamo cucinato per loro spaghetti e roba italiana, è stato davvero bello”. Avventure, rischi, vita selvaggia e libera: “Siamo rientrati due settimane prima del previsto, perché mi avevano avvisato che mia nonna stava male, abbiamo venduto l’auto e siamo tornati prima”. E qui entra prepotentemente di scena il ‘fato’: “Ho reincontrato quella che poi sarebbe diventata mia moglie, ma solo perché siamo tornati prima, altrimenti non ci saremmo più visti, perché lei sarebbe partita dopo pochi giorni per l’Erasmus in Olanda, ci siamo rivisti per caso ed è stato subito di nuovo amore, ma questa volta per sempre”. Selena è partita per l’Erasmus, sei mesi: “Ma eravamo già di nuovo insieme, appena tornata non ci siamo più lasciati. E’ stato davvero un caso che io sia tornato prima dal Brasile, sono quelle coincidenze che ti mette di fronte la vita e che poi capisci più tardi”. Fabio e Selena e i viaggi, già, la prima parte del loro rapporto è in …viaggio: “Siamo stati dappertutto, Portogallo, Spagna, Francia, Cuba, il viaggio di nozze in Sudafrica, tre settimane in America, un capodanno a New York, viaggiare ci piace tantissimo”. Fabio e Selana si sono sposati a settembre del 2009, poi nel 2015 è nata Maria e nel 2018 Davide: “E lì la vita è cambiata”. Fabio è raggiante: “Ci siamo anche fermati perché un giorno abbiamo trovato un cane, lo hanno abbandonato vicino al nostro garage, abbiamo cercato qualcuno che lo tenesse, ma non abbiamo trovato nessuno e non ce la siamo sentita di abbandonarlo. Ma non è un problema, anzi, si riduce le distanze ma il viaggio è dentro il cuore e quello è infinito”. Fabio lavora, segue i bimbi, suona, scrive, canta, insomma, un vulcano, Selene, laureata in Scienze Politiche, dopo una serie di concorsi vinti lavora in Comune a Costa Volpino. E come sono arrivati i due cuccioli di alpaca?…

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 MARZO

pubblicità