MALONNO – VALCAMONICA – Corruzione e turbativa d’asta, condannato l’ex sindaco Stefano Gelmi

Per l’ex sindaco di Malonno Stefano Gelmi, che venne arrestato nell’ambito di un’inchiesta sugli appalti pilotati per la realizzazione di opere pubbliche per un milione di euro, è arrivata la condanna a quattro anni e tre mesi. L’accusa, già nel novembre del 2017, era quella di corruzione aggravata e turbativa d’asta.

Tra gli altri imprenditori bresciani che hanno partecipato agli appalti pilotati, ci sono anche Remo Fona e Pierdomenico Mora, condannati a due anni, Silvano Andreoli, Alberto Avanzini e Silvano Lanzetti, condannati a un anno e quattro mesi. Assolta invece Morena Piloni, della Centrale Unica di Committenza dell’Unione dei Comuni, ente dal quale passò il bando pubblico per le opere pubbliche da realizzare.

Dopo la sentenza emessa nella mattinata di martedì 12 febbraio, con molta probabilità il Pubblico Ministero  ricorrerà in appello.