LOVERE – Valmarino, Giardini Marinai d’Italia, i 53 appartamenti comunali, la Cappella del cimitero, il tetto della Basilica di Valvendra: pioggia di opere pubbliche grazie al Piano Marshall

Non ci si ferma. Che il Covid se ne faccia una ragione. Almeno sul fronte lavori pubblici i Comuni non hanno arretrato di un millimetro e anzi, le opere sono sempre di più, complici anche i tanti finanziamenti a fondo perduto che sono arrivati e stanno arrivando: “Stiamo predisponendo il progetto per la strada agrosilvopastorale in località Valmarino – spiega l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Guizzetti  – per consolidare il tratto di muro che coi temporali di settembre ha provocato un avvallamento e uno smottamento della porzione di strada che attraversa la valletta con un intervento di 25.000 euro circa”. Vai ai lavori anche per il consolidamento del muro spondale dei Giardini Marinai d’Italia “Si sta aprendo verso il lago – continua Guizzetti – per il distaccamento della terrapiena, abbiamo predisposto un progetto parzialmente finanziato con l’autorità del bacino e con Regione Lombardia, per questo abbiamo ricevuto un contributo di 92.000 euro a fondo perduto, dalle casse comunali prendiamo 60.000 euro. Quindi con 150.000 euro andremo a rifare questo muro spondale e risistemare tutta la zona della passeggiata che si affaccia su questo muro”. Altro intervento finanziato è quello della messa in sicurezza della valletta di Valvendra: “Che è a rischio idrogeologico, rischio che dopo le violente precipitazioni degli ultimi mesi è peggiorato, anche qui andremo a intervenire con un lavoro da 100.000 euro per mettere in sicurezza le sponde di questa valle, finanziamento da 93.000 euro dalla Comunità Montana e 7000 euro con soldi del Comune”. Intanto sul fronte del cosiddetto Piano Marshall, il contributo da 350.000 euro a fondo perduto per Covid, sono pronti i lavori: “Dopo un’approfondita valutazione e condivisione con l’Ufficio Tecnico – continua Guizzetti – la nostra Amministrazione, tra le diverse possibilità ed in base anche ad interventi pubblici appena conclusi od in programma nei prossimi mesi e già finanziati, ha disposto di destinare questo finanziamento a quattro interventi non più procrastinabili e rivolti alla manutenzione straordinaria di immobili comunali destinati a servizi e funzioni fondamentali per la nostra Comunità…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 NOVEMBRE