LOVERE – Lovere e il lockdown: “Qui ci sono più di 50 bar e ristoranti e 90 negozi, abbiamo retto in estate ma ora?”

Lovere Caput Mundi del turismo locale, e non solo locale. Poco più di 5200 abitanti, più di 50 esercizi commerciali tra bar, pizzerie, gelaterie, ristoranti e pub, e qualcosa come 90 negozi. Qui ogni week end arrivano migliaia di persone, qui il giretto sul lungolago è un must per altrettante migliaia di ragazzi, qui il Covid sta mettendo a dura prova un po’ tutti. Sara Raponi, assessore al Commercio, Turismo ed Eventi, commerciante, vulcano di idee è al lavoro nel suo negozio: “C’è molta preoccupazione – racconta – il commerciante è una figura solitamente molto concreta, gli era stato detto di fare alcune cose, di seguire alcune regole e lo ha fatto, hanno cercato tutti di fare il meglio per adeguarsi e rispettare la normativa e ora si ritrova con nuove decisioni di chiusura, è chiaro che c’è sconforto e preoccupazione. I dati dell’Osservatorio dell’Alto Lago hanno dimostrato che Lovere ha retto bene l’estate, ha avuto un calo meno forte e meno importante rispetto alle altre zone. L’estate è passata indenne, siamo molto preoccupati per quello che sarà il periodo invernale anche perché non avevamo recuperato la botta della chiusura…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 NOVEMBRE