Lovere – Lorenzo e Andrea, padre e figlio, 15 anni dopo lo schianto e la morte: “Prima ero arrabbiato, ora invece…”, la nuova squadra di calcio

Sono passati 15 anni, era il 18 ottobre del 2006, uno schianto, Andrea se ne va, in cielo. Andrea è il figlio di Lorenzo Taboni, che in quel periodo è in amministrazione comunale a Lovere, insieme al sindaco Vasco Vasconi, che muore due anni dopo, anche lui il 18 ottobre. Lorenzo prende le veci di Vasco e traghetta l’amministrazione in porto ma niente è più come prima. Lorenzo, sua moglie Loretta e Matteo, fratello di Andrea, non ci pensano troppo, un figlio continua, anche dopo, per sempre, lassù e così decidono che quel ricordo deve rimanere anche quaggiù: “Da quel giorno per me è cambiato tutto – racconta Lorenzo – e per me è stato naturale cercare di mantenere in vita il suo nome e il suo ricordo, so che dopo 15 anni quel ricordo rimane per pochi, per chi come noi lo ha amato e visto crescere però anche solo sapere che il suo nome circola mi fa star bene e se riusciamo a fare qualcosa di buono agli altri sempre nel suo nome tanto meglio”. Detto fatto, Lorenzo e la sua famiglia fanno nascere l’associazione ‘Con Andrea per…’ che in questi anni è sempre stata in prima fila per organizzare manifestazioni per beneficienza, eventi e incontri e da qualche tempo anche una squadra di calcio ma l’obiettivo è quello di allargare il gruppo ad altri giovani. Il riferimento dove gravita l’associazione è l’oratorio di Lovere: “Sono tante – continua Lorenzo – le persone che ruotano attorno alla nostra associazione, tutte persone che lo fanno per beneficienza, ma il nome di Andrea aleggia, c’è, la sua presenza è nel cuore di tanti e questo mi da sollievo e vederli giocare con la maglia con il simbolo della nostra associazione mi fa venire i brividi”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 OTTOBRE