LOVERE – INTERVENTO – Giardini Marinai d’Italia: messa in sicurezza del muro che rischia di sprofondare

Le sponde lacuali di Lovere rappresentano una delle attrattive principali della nostra cittadina con gli otto lungolaghi diversi tra loro per conformazione architettonica, tipologia ed arredo. La continua spinta e controspinta esercitata dall’acqua, secondo i diversi livelli di riempimento del bacino lacustre, sommata alle varie corrente e variazioni atmosferiche, rappresentano forti spinte che possono creare fenomeni di disgregazione o destabilizzazione, anche di strutture in cemento armato realizzate in tempi passati. È quanto in questi anni si sta verificando nel muro spondale di contenimento verso lago dell’area adibita a verde ed a passeggiata dei Giardini Marinai d’Italia, la cui struttura, seppure in cemento armato, da qualche mese sta subendo una inclinazione verso lago con formazioni di fessure importanti e conseguente allargamento del terrapieno della passeggiata ed il muro stesso. Tale azione divaricatrice sta destabilizzando il piano di calpestio e l’integrità della fontana con vasca circolare contigua alla passeggiata.

Questo è quanto emerso dai sopralluoghi effettuati dall’Assessore ai LLPP con l’Ufficio tecnico e da qui la necessità di intervenire con un progetto complessivo di consolidamento senza aspettare pericolosi peggioramenti del tratto spondale.

Come è noto Regione Lombardia mette ogni anno a disposizione, tramite l’Autorità di Bacino, risorse economiche a fondo perduto per cofinanziare interventi da eseguirsi sul demanio spondale; anche tutti gli interventi eseguiti dalla nostra Amministrazione negli scorsi anni sui vari lungolaghi (rifacimento lungolago Domenico Oprandi…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 MARZO