LOVERE – Il sindaco: “Dall’emergenza pandemica a quella economica, cantieri alle stelle, ma andiamo avanti. Irpef fermo da 10 anni. L’Ora finalmente in attivo…”

131

Alex Pennacchio è al lavoro in Comune. Mesi intensi questi, del resto Pennacchio si è trovato sindaco nel bel mezzo di due emergenze, completamente diverse tra loro ma emergenze, prima la pandemia e poi l’incredibile aumento delle materie prime ed edili che sta mettendo in difficoltà i Comuni e bloccando le opere pubbliche: “Già – spiega il sindaco Alex Pennacchiosiamo passati dall’emergenza pandemica all’emergenza economica che ci sta creando problemi. I cantieri per i lavori pubblici faticano a partire, vuoi per la scarsità delle ditte disponibili che sono impegnate sul fronte 110% e anche per l’aumento ingiustificato dei prezzi che ha fatto lievitare i costi dei lavori pubblici”. E far quadrare i conti è diventato sempre più difficile: “Abbiamo appena preso da Regione Lombardia 1.810.000 euro per il progetto del piazzale Bonomelli che riguarda i nuovi parcheggi ma adesso dobbiamo capire quanto sarà il costo totale dell’intervento, da qui a due mesi può darsi che non bastino, il rischio del continuo aumento è sempre questo, problema che accomuna tutti i Comuni su tutto il territorio nazionale”. Non conviene rimandarli aspettando tempi migliori? “No, anzi, al più presto prendiamo questi contributi e meglio è, perché poi potrebbero non essere più disponibili, non verranno erogati in eterno, certo, il rischio è quello di non riuscire a fare quadrare i costi dei cantieri…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MAGGIO

pubblicità