LOVERE – DAVINE/2 – Pennacchio: “La mini ambulanza, Davine, l’Areu, la Croce Blu e quelle strade strette in tutti i paesi. Siamo la prima amministrazione ad avere affrontato questo problema”

Il 18 novembre dopo molte traversie ho parlato col Direttore Generale di Areu e ho avuto modo di spiegargli l’intervento di urgenza per le strade delle nostre zone, perché non c’è solo Via Davine ma abbiamo decine e decine di strade sul nostro territorio, da Qualino a Sellere dove ci si passa a malapena”. Il sindaco di Lovere Alex Pennacchio racconta cosa è successo con l’annunciato acquisto della miniambulanza che sarebbe dovuta transitare senza problemi anche in Via Davine: “Gli avevo spiegato che avevamo visto che a Montisola funzionava un’ambulanza piccola, mi ha dato la sua disponibilità, c’era da avviare una raccolta fondi per l’acquisto dell’ambulanza. La proprietà sarebbe stata di Areu data in gestione al nostro territorio, ho mandato una lettera alla Croce Blu per informargli di questa possibilità e ho invitato i sindaci spiegando anche a loro la cosa. La Croce Blu ha risposto dopo 20 giorni. A quel punto ho deciso di convocare Croce Blu, Areu, Anpas e i sindaci dell’Alto Sebino”. Detto fatto: “In quell’occasione ho fatto presente quello che mi era stato detto dal direttore generale Areu, mi è stato detto dal rappresentante di Areu che stanno adottando nuovi protocolli che non prevedono l’utilizzo delle ambulanze piccole come quella che c’è a Montisola e che hanno previsto di dotare la Croce Blu di automedica con a bordo un medico, ma il problema è che l’automedica non è abilitata per il trasporto dei pazienti…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 GENNAIO