LEFFE – La direzione della Rsa risponde alla figlia dell’anziana: “Ecco perché non abbiamo potuto ricoverarla”

944

Con riferimento all’articolo apparso sul periodico Araberara il 18 Marzo 2022, intitolato “Mia madre, anziana, con una gamba amputata, rifiutata dalla Rsa di Leffe…”, la Direzione della RSA intende  precisare e chiarire alcune affermazioni lesive della reputazione della Fondazione Casa Serena – Leffe  Onlus. Fin dall’inizio, dall’articolo traspare un’affermazione che lede la reputazione della Fondazione: “la  storia vede protagonista un’anziana ingiustamente discriminata”: ciò non corrisponde al vero se solo  si fosse chiarito, come intendiamo fare di seguito, la dinamica della vicenda. In particolare non corrisponde al vero l’affermazione della donna intervistata contenuta nell’articolo relativa a “testuali  parole: “Considerate che la nostra “camera solvente “ …..è come un Hotel e che nel nostro hotel i disabili non li vogliamo”. In ogni caso la Fondazione ritiene opportuno illustrare l’andamento dei fatti. Nel mese di gennaio di quest’anno le figlie della signora hanno presentato per conto della mamma  alla scrivente Fondazione, la domanda di ricovero definitivo in regime accreditato e, pertanto, è stata effettuata la valutazione sanitaria dell’interessata, come previsto dalle procedure pre-ingresso, dalla quale è emerso che la RSA è idonea ad assistere la signora….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 1 APRILE

pubblicità